Emilia Romagna

Cappella Arcivescovile, Ravenna

{joomad pos=left rssid=2} {joomad pos=top rssid=2} {joomad pos=right rssid=2}
La Cappella del Palazzo Arcivescovile di Ravenna è una cappella  situata al primo piano del Palazzo Arcivescovile (ora sede del Museo arcivescovile). Unico monumento di natura ortodossa ad essere stato costruito durante il regno di Teodorico, la Cappella Arcivescovile, conosciuta anche come Cappella di Sant’Andrea, è l’antico oratorio dell’Episcopio  ravennate, voluta dal Vescovo Pietro II e dedicata a San Pietro Crisologo, arcivescovo  di Ravenna dal 433 al 450. La cappella fu allestita nel 495.

La Cappella Arcivescovile si presenta con una pianta a forma di croce, dotata di un vestibolo completamente marmoreo nella parte inferiore e ricco di mosaici di straordinaria unicità in quella superiore. Molto evidente è il messaggio anti-ariano contenuto nell’opera musiva dell’atrio, che rappresenta il Cristo Guerriero nell’atto di schiacciare le belve dell’eresia, atto di accusa contro l’allora dominante governo politico di Teodorico. Nelle volte a vela spiccano le immagini dei quattro arcangeli della tradizione biblica più antica – Michele, Gabriele, Raffaele e Uriele – che portano in cielo Cristo, secondo la parola dei quattro evangelisti rappresentati con i libri dei loro Vangeli (a sottolineare che la vera fede cristiana è quella cattolica). Negli archi secondari ai lati, possiamo vedere due cortei di sei santi (a destra) e sei sante (a sinistra) dell’età dei martiri, ulteriore messaggio che evidenzia la natura ortodossa di questo importante monumento.

{joomad pos=bottom rssid=2}

No comments yet.

Add your response